Testimonianze

Home / Testimonianze

gg74480462Al giorno d’oggi purtroppo non si parla mai abbastanza di quanto siano utilizzatissime le unità di sangue, tra gli incidenti quotidiani e le numerose terapie ematiche.  In special modo nella città di Milano, che conta numrosi ospedali e terapie all’avanguardia, spesso non si riesce ad essere autosufficienti e si è costretti a richiedere unità di sangue ai comuni limitrofi o addirittura si rende necessario effettuare raccolte direttamente in altre province.

Basti pensare che per alcuni interventi, quelli più complicati come ad esempio i trapiandi di nuovi organi, possono essere utilizzate anche 50-60 o più unità di sangue per singolo paziente; considerando gli innumerevoli interventi simili che quotidianamente vengono effettuati è utile per dare vagamente un’idea di quanto sangue possa servire ogni giorno nel nostro comune.

Ecco alcune testimonianze, utili a comprendere quanto in molti casi sia estremamente necessaria una trasfusione di sangue, giorno dopo giorno.

Susanna

“Ora ho 47 anni… a 12 ho iniziato a scoprire l’importanza che ha una sacca di sangue. In quel tempo fui ricoverata d’urgenza per piastrinopenia con conseguente diagnosi di LES, patologia autoimmune, così iniziò il mio viaggio in questo grande mondo dove ho sperimentato, imparato e soprattutto “ricevuto”. Dopo 3 anni di farmaci e controlli vari, arrivarono le prime plasmaferesi x pulire il mio sangue dagli anticorpi “cattivi”. Il ricordo più bello di queste sedute, è di quel giorno in cui il medico mi disse “sai chi è il donatore del plasma di oggi?”. “Sono io…” Mi rispose. Gli sorrisi timidamente e capii che dietro una comunissima sacca di sangue o plasma c’è una persona che ha scelto di essere “importante” per qualcun’altra.”

 

Nicola

“Mi chiama Nicola, ho 42 anni, sono affetto da Thalassemia Mayor, dall’età di 2 anni devo sottopormi a terapia trasfusionale una volta ogni 25/28 giorni e dal cuore vi dico poche semplici parole:
«Se voi esistete io esisto, Grazie»
La vostra donazione di sangue, gesto di incredibile altruismo verso il prossimo, mi ha dato la possibilità di avere una vita normale.
Non abbiate mai ripensamenti perché la vita di molte persone è veramente legata alla vostra.
Grazie ancora”

 

Giulia

“Oggi ha 12 anni, quando aveva appena cinque mesi le è stato diagnosticata una talassemia maggiore. Questa rara malattia del sangue non permette al corpo di produrre emoglobina normale per i suoi globuli rossi e così lei si basa su donazioni di sangue per sopravvivere”

 

Valentina

“Mi sarebbe piaciuto raccontarvi una storia in cui io ero un’eroina e salvavo vite ogni qual volta sentivo che qualcuno aveva bisogno di me.. Un po’ una Superwoman dei giorni d’oggi… Poi ho pensato ” quale potrebbe essere una situazione in cui qualcuno è in pericolo di vita? Una caduta accidentale da un burrone?! Quel gas di quel fornello che ogni tanto ci scordiamo di chiudere bene? Un crampo che ci coglie maledettamente di sorpresa mentre stiamo nuotando in mare aperto?”
Poi ho pensato al mio compagno, affetto da talassemia major, una malattia genetica che ti fa vivere una vita sul filo del rasoio, con le riserve di sangue che finiscono ma che l’organismo non è in grado di ripristinare a sufficienza per farti vivere una vita normale, per non farti sentire tremendamente stanco anche se non hai fatto niente di troppo eccezionale.
E allora ecco che devi correre a ricaricati, fare una bella scorpacciata di Vita!
Perché non c’è bisogno che sia io a raccontarvi che il SANGUE È VITA vero?!
Io purtroppo la storia in cui sono una Superwoman dei tempi moderni non ve la posso raccontare perché essendo compagna di un emotrasfuso vengo ritenuta paziente a rischio per le donazioni;
eppure vorrei poterlo aiutare, e vorrei poter aiutare tutti quelli che come lui devono,per poter andare avanti ,fare delle belle scorpacciate di vita, e non mi viene in mente altro che raccontarvi che voi potete diventare supereroi senza bisogno di fare grandi opere, o indossare tutine blu con mantelli rossi o addirittura saper volare, basta solo donare un po’ del vostro sangue e anche voi potrete salvare una vita!
Proprio come fanno i veri supereroi!”

Contattaci

Per ulteriori informazioni non esitare a scriverci. Ti rispondere il prima possibile